lunedì 2 gennaio 2012

Scozia : centrali a maree


In Scozia centrali a maree per sostituire il nucleare


Gli scozzesi, si sa, sono un popolo pragmatico che bada al valore economico delle cose. Gli scienziati della Strathclyde University di Glasgow si sono fatti due conti in tasca e hanno pensato che una centrale che sfrutta le maree potrebbe sostituire vantaggiosamente quelle nucleari di Hunterston, nel North Ayrshire, e Torness, nella East Lothian, che andranno in pensione rispettivamente nel 2016 e 2023. Dal dire al fare, ecco il progetto in fase ormai avanzata. Il Cormat (Contra Rotating Marine Technology) è stato già testato e presto ci sara’ una dimostrazione commerciale di 500 chilowatt.
I ricercatori  della Strathclyde, guidati da Cameron Johnstone dell’unita’ Energy Systems Research, ritengono che duemila turbine sottomarine legate al fondale nei pressi della costa a Ovest e a Nord potrebbero generale due gigawatt di potenza. Quantità tale da sostituire l’energia elettrica prodotta a Hunterston e Torness. La Cormat  funziona più o meno come le eliche di un aereo. Utilizza il movimento delle maree per attivare le turbine e generare elettricita’. Ha due rotori progettati per girare in direzioni opposte, raggiungendo la stabilita’ giusta per operare in acque profonde.




A differenza della prima generazione di macchine che sfruttano le maree, la Cormat non deve essere fissata su una torre come una turbina a vento, ma su un cavo di ormeggio. Questo consente di spostare il dispositivo in base al flusso della marea, come un aquilone in una giornata ventosa.







-

Launching of Morild II, Hydra Tidal

.
.

The successful launching of Morild II

On thursday night, during the spring flood, the prototype of Hydra Tidal's tidal power plant was launched into water. The launch went smoothly and according to plan.

The prototype, Morild II, is now located at the quay where the last part of the installation will be completed. After the last rounds of testing has finished, Morild II will be towed to Gimsøystraumen in Lofoten where it's planned to be anchored by the beginning of September.

Music by Kevin McLeod

.



la prima centrale elettrica al mondo alimentata dalle maree

Nell’arcipelago norvegese delle Lofoten, entrerà in funzione la prima centrale elettrica al mondo alimentata dalle maree. Il progetto è della Hydra Tidal, che lo ha realizzato insieme con altre aziende locali. Morild – questo il nome dell’impianto – è già stato sistemato in mare, zavorrato per l’immersione poco sotto la superficie dell’oceano.
Morild la centrale elettrica norvegese alimentata dalle maree
La piccola centrale produrrà 5 gWh (cinque milioni di chilowattora), che dovrebbero soddisfare le esigenze energetiche di 250 famiglie. Morild è il primo dei 130 impianti che saranno installati nel mare delle Lofoten entro il 2015. L’obiettivo dei produttori è generare 600-700 gWt (Gigawatt termici).
Morild è una struttura semisommersa, ancorata al fondo del mare e in grado di resistere alle estreme condizioni metereologiche della zona. La parte emersa (altezza di sette metri sul livello del mare) sembra un piccolo faro.  Il funzionamento è simile a quello degli impianti eolici, solo che le pale sono sott’acqua, mosse dalla marea invece che dal vento. L’impianto è dotato di quattro turbine. Quando c’è necessità di manutenzione, l’acqua di zavorra viene pompata fuori e la centrale riemerge e diventa una zattera.

Il funzionamento di Morild
La Hydra Tidal e gli altri partner del progetto hanno concordato la localizzazione dell’impianto con le associazioni ambientaliste e con i pescatori della zona.

DA : http://www.pinobruno.it/

.


leggi anche 


NON AFFIDARTI A DEI CIARLATANI GIOCA  LE TUE CARTE 

http://www.mundimago.org/



http://www.mundimago.org/dona_cofanetto.html


GUARDALE QUI SOTTO CLICCA
LA FOTO


.


.
. -

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Elenco blog interessanti