mercoledì 12 ottobre 2011

Solare Collettivo

 

 

Solare Collettivo



WindQuota, una società per il crowdfunding applicato all’energia eolica. Il sistema è tanto ingegnoso quanto semplice: affrontare le ingenti spese di realizzazione degli impianti grazie al finanziamento collettivo, ovvero all’acquisto di piccole quote da parte dei privati.
Ebbene, la stessa idea è stata applicata anche al settore fotovoltaico, che come l’eolico fatica a diffondersi proprio a causa degli alti investimenti iniziali necessari per l’installazione.

L’esperienza ha preso il via nel 2007 dall’iniziativa di un contadino della provincia di Cuneo, che volendo realizzare un impianto fotovoltaico, ha pensato di contattare tramite internet altre persone interessate a condividere le spese e, in futuro, l’energia. Ne è nata l’iniziativa “adotta un Kw”, che nel giro di un anno ha portato alla realizzazione di un impianto fotovoltaico da 20 Kw sul tetto di una cooperativa nel comune di Mondovì (CN). L’impianto è costato circa 100.000 euro ed è stato finanziato attraverso una sottoscrizione collettiva pubblicizzata via Web, che ha ottenuto circa 40 adesioni da varie regioni d’Italia.
L’iniziativa è stata poi ripetuta nei comuni e nelle province circostanti, e nel dicembre 2008 il progetto “adotta un Kw” è sfociato nella costituzione della Cooperativa Elettrica “Retenergie”. L’intento della cooperativa è quello di “aggregare singoli cittadini motivati a creare un nuovo approccio di democratizzazione energetica, dove ognuno può partecipare come produttore e/o utilizzatore del bene comune energia”, come si legge sul sito ufficiale della Cooperativa (www.retenergie.it). L’idea è quella di promuovere l’azionariato popolare e, al tempo stesso, privilegiare impianti di produzione di energia rinnovabile che abbiano un basso impatto ambientale.
Non solo fotovoltaico quindi, ma idroelettrico, cogenerazione/biomassa ed eolico, sempre a una condizione: quella di realizzare impianti di piccola taglia, eco-compatibili e sostenibili a livello territoriale. Il sistema è ancora in fase sperimentale ma si sta rapidamente diffondendo, grazie al Web ma anche grazie alla mediazione di una rete non virtuale: quella dei Gruppi d’Acquisto Solidale e dei Distretti di Economia Solidale, che moltiplicano il passaparola.
Per maggiori informazioni, oltre a Retenergie, visitate il sito dell’associazione Solare Collettivo (www.solarecollettivo.it), che sostiene la Cooperativa e promuove una nuova cultura ecologica in tema di energia.

http://www.tuttogreen.it/solare-collettivo-dopo-leolico-anche-il-solare-ci-prova-con-il-crowdfounding/


PER COLLABORARE IN CONTATTO ENERGETICO : http://cipiri20.blogspot.com/p/energy-broker.html


.




.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Elenco blog interessanti