mercoledì 7 settembre 2011

Eliminare l’amianto e sostituirlo con il fotovoltaico




 Eliminare l’amianto 

e sostituirlo con il fotovoltaico




.
.


Sostituire le copertura in eternit con impianti fotovoltaici sfruttando il premio del 10% inserito nel nuovo conto energia 2011.

E’ un’idea, come dicono gli anglosassoni “win-win”, perché porta vantaggi ambientali e sanitari, da una parte, ed energetici dall’altra, oltre al fatto che un simile intervento è in grado di creare benefici economici ed occupazionali. Se ne è parlato nel primo convegno nazionale “Provincia Eternit Free” organizzato a Roma il 30 settembre scorso da AzzeroCO2 e Legambiente.
L’amianto nel nostro paese continua a mietere vittime. Statistiche ancora fin troppo approssimative, certamente per difetto, parlano di 2.000 morti all’anno (altre dicono 4.000) a causa di questo materiale che per oltre 40 anni è stato utilizzato a piene mani per produrre la miscela cemento-amianto (eternit) utilizzata per la coibentazione di edifici, tetti, navi, treni; è stato adottato anche come materiale per l’edilizia per tegole, pavimenti, tubazioni, vernici, canne fumarie, serbatoi dell’acqua, e pure nelle auto e in tante altre applicazioni. L’amianto è veramente ovunque nel nostro paese, che è stato uno dei principali produttori mondiali.
Si può dire, senza ombra di smentita, che ci troviamo di fronte ad una emergenza tanto drammatica, quanto silenziosa, anche per la disattenzione dei principali organi di stampa. Da diversi anni, mentre tendono a diminuire le morti per così dire “professionali” legate alla lavorazione dell’amianto, aumentano invece quelle causate dall’esposizione ambientale, quindi anche a livello domestico. Sono tantissimi i siti da bonificare (l’Ispesl parla di 26mila siti contaminati) e migliaia i capannoni ad uso agricolo e industriale con coperture in eternit.
Secondo alcuni censimenti regionali, le superfici in eternit in Italia potrebbero essere pari a 100 milioni di metri quadrati e a questi vanno aggiunti 600mila metri cubi di amianto friabile. Ma le dimensioni del problema potrebbero essere assai maggiori.
CNR e Ispesl parlano di 32 milioni di tonnellate di amianto. La legge n. 257 del 1992, che mette fuori legge questo materiale, prevedeva che entro 180 giorni dalla sua entrata in vigore le Regioni si dotassero di un piano che avesse l’obiettivo di censire i materiali presenti sul territorio ai fini della bonifica e dello smaltimento. A distanza di 18 anni alcune Regioni non hanno ancora approvato tale norma, ha detto nel corso del convegno Stefano Ciafani, responsabile scientifico di Legambiente. Inoltre, nessuna Regione ha completato la mappature e sono ancora poche le discariche speciali in grado di assorbire lo smaltimento. Il ritardo è gravissimo.
Bonificare e smaltire le coperture in amianto è costoso (circa 15-40 € a mq), ma prima o poi deve essere fatto. L’opzione fotovoltaico al posto di queste coperture è una delle soluzioni che va incontro a questa difficoltà e il progetto “Provincia Eternit Free” punta innanzitutto a informare su questo problema e a creare nel contempo un’occasione per attivare sul territorio un programma che coniughi la promozione del solare, la bonifica dell’amianto e la riduzione della bolletta elettrica di chi effettua l’intervento di sostituzione.
Il conto energia fotovoltaico attualmente in vigore prevede un incremento della tariffa incentivante del 5% (incentivo cumulabile anche con il premio per impianti abbinati ad un uso efficiente dell’energia). Secondo i dati forniti da Gerardo Montanino del GSE, presente al convegno, finora gli impianti FV che hanno sostituito coperture in eternit assommano ad una potenza di quasi 100 MW, per una superficie di 925mila mq, metà dei quali nella taglia compresa tra 20 e 200 kWp. Lombardia, Emilia Romagna e Piemonte sono le regioni con la maggiore diffusione di queste tipologie di impianto.
Il nuovo conto energia (DM 06/08/2010), in vigore dal 1° gennaio 2011, per gli impianti fotovoltaici realizzati in sostituzione di coperture in eternit (o comunque contenenti amianto) prevede un incremento sulla tariffa del 10%. In questo caso però il premio non è cumulabile con altri incentivi e non si applica agli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative.




. Facebook Client .


ECCO DUE PROFESSIONISTI CHE TI POSSONO AIUTARE

. Macchina Lavazza in Uso Gratuito .
Lavoro nel Commerciale del fotovoltaico
per la produzione di energia elettrica
 
Marcello La Valle Cell. 327 591 96 75 m.spiegalevele@hotmail.it   http://spiegalevele.blogspot.com/2011/07/una-sfida.html .  
 
. Grepolis .

 FINANZIAMENTI PER IL FOTOVOLTAICO
Centro Italiano Riabilitazione
Via Cassinone, 9 SERIATE (BG)
- Tel. 035.941946 - Fax 035.941996 - C.F. e P.Iva 02826220168 
  sig. GIANMARIA  cell 337447612 
info@cirbergamo.it 
----------------------- 
. Smeet .

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari

Elenco blog interessanti